fbpx

C’erano una volta due monaci Buddhisti che stavano tornando verso il loro monastero dopo un lungo pellegrinaggio. Uno dei due monaci era anziano e considerato un uomo molto saggio, mentre l’altro era un giovane novizio. Era quasi sera ormai e mancavano ancora un paio d’ore per giungere a destinazione, quando entrarono in un piccolo villaggio. Il terreno era fangoso per la pioggia scesa in mattinata e i due continuavano con passo sereno verso la loro meta, quando incontrarono una giovane fanciulla di rara bellezza. La ragazza era bloccata a lato della strada e non sapeva come attraversare senza sporcarsi il vestito di fango. Il vecchio monaco notò la ragazza ed andò verso di lei, la prese in braccio e la portò al di la della strada, la giovane ringraziò e si salutarono.

I monaci continuarono il loro cammino fino a quando non arrivarono alle soglie del portone di legno del grande monastero. Fu in quel momento che il giovane fermò il vecchio mettendo una mano sulla spalla, lo girò e gli disse

“Proprio non ce la faccio più, mi spieghi come hai potuto abbassarti ad un comportamento tanto superficiale con quella ragazza?”

Il saggio monaco sorrise e rispose “Ho preso in braccio quella ragazza più di due ore fa, tu la stai ancora portando?”

 

Buon viaggio

Gianluca Reffo